Per il ponte di Sant’Ambrogio: menù Bonarda

E, avanti con la musica, il cibo come una melodia.
Fino a domenica 9 dicembre, un Adagio con la dolce Bonarda.

Le nostre pietanze seguono il tempo.
La musica in sala, anche. 
Portateci una musica nuova.

Bruschettina con pane nostrano e crema al tartufo
Orecchiette al radicchio con taleggio e parmigiano
Brasato alla Bonarda e patate al forno con la buccia marinate nella Bonarda
Sorbetto al melograno
Budino di cachi al cacao amaro
Vino, acqua e caffè, euro 35 tutto compreso.
Prenotazioni al 3297451258.
In foto, paesaggio da una finestra del Gruccione.

San Genesio caduta rami

la bagnacauda (salsa calda) piemontese per tutto il mese di dicembre

Nel mese di dicembre, in attesa del Natale proponiamo serate conviviali con una tipica pietanza del basso Piemonte, la

BAGNACAUDA(salsa calda)

La Bagnacauda è una preparazione a base di aglio, olio extravergine d’oliva ed acciughe dissalate, il tutto ridotto a salsa mediante una paziente cottura.

Quella che degusterete da noi sarà preparata secondo la “ricetta rossa” depositata dalla Delegazione di Asti della Accademia Italiana della Cucina, da far riconoscere come Patrimonio dell’Umanità.

Una ricetta da
BOLLINO ROSSO FATTA COME DIO COMANDA”
ossia piena d’aglio come vuole la tradizione.
I non amanti dell’aglio possono prenotare una Bagnacauda
Eretica, con poco aglio  o  Atea, senza aglio del tutto.
Cliccare sull’immagine per ingrandire il menùMenù…un po’ di storia, la ricetta e il galateo comportamentale del consumo della Bagnacauda…

Cliccare sull’immagine per ingrandireBagnacauda descrizione

Per Natale, il Gruccione si fa in tre

Per Natale, il Gruccione si fa in tre.

Alcune anteprime sul menù di dicembre 2018:

Antipasto: tre creme, fatte in casa, al parmigiano, al lardo, alla mortadella I.G.P. di Bologna, con crostini del nostro pane e involtini di verza di magro, affettati e torta fritta

Risi e …

Arrosto di maiale alla melograna e flan di broccoli

Sorbetto della casa

Le tre creme di mascarpone aromatizzate con i biscotti della casa

euro 45, escluso bevande (menù bambini euro 20)

 

Festa del vino novello 2018 – parte il 1° menù

Da venerdì 16 novembre a domenica 18 novembre

Culaccia, Spalla cotta di San Secondo, Strolghino di Culatello   Risotto aromatizzato al Gutturnio ai funghi porcini
Cinghiale stufato al Gutturnio e Polenta
Sorbetto al Gutturnio
Panna cotta alla sapa di Gutturnio

il tutto innaffiato da ottimo Gutturnio novello, a volontà!
Euro 35, bevande incluse, su prenotazione al 3297451258.

Menù novembre 2018 2Gustate questo menù di giorno o al tramonto!

(Nella foto il Borgo di Vigoleno in un tramonto visto dal Gruccione)

Tramonto su Vigoleno

Secondo corso di muratura a secco la seconda quindicina di gennaio 2019

      Gipi dei Malvisi Il maestro artigiano Gipi dei Malvisi, terrà un corso di muratura a secco, a Vernasca (PC), in località Comini la seconda quindicina di gennaio 2019 anziché  il 23, 24, 25 novembre, come programmato, causa perturbazione atmosferica.

Iscrizione €.15,00

Mani di GipiLo scasso di 40 cm sarà già pronto e il maestro artigiano impartirà i rudimenti per partire dalle pietre di fondamenta e salire fino ad un’altezza variabile tra 1 e 3 metri. Sul fronte del muro,  verranno create delle colombaie e alcune finestrelle, mentre in cima verranno posti dei merli guelfi (uniti a mattoni e calce).

I partecipanti al corso alloggeranno a pagamento al   Il Gruccione in località San Genesio di Vigoleno.   Prenotazioni al 329 7451 258

IN FESTA PER IL VINO NOVELLO VENDEMMIA 2018 Il mese di novembre al Gruccione tra tradizione e buon cibo

…sarà forse che l’autunno cammina piano, ma la strada che scorre lungo il torrente Stirone è un solco netto tra due province. Quella di Piacenza e quella di Parma. Nelle mattinate d’autunno, quando il sole e la nebbia fanno a gara per capire chi tra i due è più “prepotente”, questa solitaria strada assume contorni fiabeschi e spettrali. D’un tratto il sole passa tra gli alberi con le foglie umide e scintillanti, di colpo invece è di nuovo nebbia che ammanta questa strada di grigio e contorni sfocati.pag-2
(“…in un’immobile campagna con la pioggia che ci      bagna… il sole è un lampo giallo al parabris…”)             Così cantava Paolo Conte quando guardava Genova con gli occhi del contadino piemontese. E sarà proprio così anche per noi quando lasciamo le nostre case appena riscaldate in questo inizio umido d’autunno e scolliniamo per fare una passeggiata nel Parco Naturale dello Stirone ed ecco che quando il sole si affaccia di nuovo, intravediamo le prime colline dell’Appennino, a volte brulle e deserte, popolate solo da qualche quercia o cucite da vecchi e nuovi vigneti, risplendere dei colori dell’ocra. Vediamo il greto del torrente, coronato di pioppi ormai senza foglie, riflettere colori argentei… E sì, quando il sole e la nebbia lottano per capire chi tra i due è più “dispettoso”, è sempre così da queste parti. Si passa dal bagliore luccicante, alla scala dei grigi, in meno di un secondo.

IN FESTA PER IL VINO NOVELLO VENDEMMIA 2018

Cliccare sulle immagini per ingrandireMebù novembre 2018 1Menù novembre 2018 2

la notte delle zucche

...nella notte delle zucche

ci mascheriamo da

LIBRO

perché la cultura

fa ancora paura ..!

Mercoledì 31 Ottobre

Giovedì 1 Novembre 2018

A PRANZO E A CENA

MENU’ ZUCCA

€. 25,00

Cliccare sull’immagine per ingrandireMascherati da libro

SABATO 20 OTTOBRE, CENA-CONCERTO E DANZE POPOLARI GUIDATE

Sabato 20 ottobre, dalle ore 20,                                                                    CENA-CONCERTO, con Petra Cavaliere e Amanda Werger (violino, organetto diatonico, fisarmonica), E DANZE POPOLARI guidate da Gipi dei Malvisi:
MENU’ AUTUNNALE
Antipasto Tomino alla piastra, torta di radicchio e ricotta, salvia in pastella e melograna Primo Tortelli di zucca
Secondo Brasato con i funghi o, in alternativa, tagliere di formaggi con miele biologico del Parco dello Stirone
Dolce Sorbetto al Gutturnio o alla Melograna, Pattona o torta a sorpresa
vino dei colli piacentini, acqua,
euro 20, su prenotazione al 3297451258
CONCERTO con Petra Cavaliere, per violino, organetto diatonico e fisarmonica
DANZE POPOLARI condotte dal maestro di danza popolare (valzer , mazurka, polka…) Gipi dei Malvisi.
Abbiamo ancora posto per chi si ferma a dormire: euro 18, a persona, in camerata, euro 25, a persona, in camera doppia o singola.

(in foto, il maestro di danze popolari Gipi dei Malvisi )

Gipi dei Malvisi

dario fo: un pittore recitante

Se Dario Fo è universalmente conosciuto come uomo di teatro e Premio Nobel per la letteratura nel 1997, non altrettanto nota è la sua appartenenza al mondo della pittura. Eppure Dario Fo nasce artisticamente come pittore: ha realizzato scenografie, bozzetti di costumi, ma anche opere pittoriche dotate di una loro autonomia espressiva. Nascere pittore vuol dire vedere la realtà attraverso le immagini, con la matita fissare le idee, catturare l’ispirazione e, infine, trasportare sul foglio di carta un preciso momento di pensiero.

Cliccare sull’immagine per ingrandire0001 (1)

Segnaliamo questa mostra per un’altra importante ragione. Franca Rame e Dario Fo nella loro vita hanno fatto una scelta importante, ai più sconosciuta: quello di dare un aiuto costante e continuo alle persone disabili. Dopo aver speso tutto il danaro del Premio Nobel in favore dei disabili (1.650.000.000 lire – attuali 852.153,00 €)acquistando, tra l’altro, 70 pulmini attrezzati, distribuiti in tutta Italia, per il loro trasporto, Franca e Dario hanno costituito, insieme al figlio Jacopo,

il Nuovo Comitato Onlus “Il Nobel per i disabili”

ed hanno deciso, di vendere i quadri, i disegni e le litografie di Dario (dopo averli conservati per oltre sessant’anni), per destinare i proventi alla nuova Onlus, in modo da consentirle di svolgere il suo importante compito umanitario.