la notte dei racconti

Quest’anno abbiamo aderito all’iniziativa del Centro Internazionale Loris Malaguzzi di Reggio Emilia che nell’ambito di “Reggionarra” promuove ogni anno

“La notte dei racconti”

Il Centro Internazionale Loris Malaguzzi, di Reggio Emilia è un luogo dedicato all’incontro di quanti, in Italia e nel mondo, intendono innovare educazione e cultura. Un luogo internazionale aperto al futuro, a tutte le età, alle differenti culture, alle idee, alle speranze e all’immaginazione. Un grande spazio che produce ricerca, innovazione e sperimentazione sui contenuti e sui processi educativi nei diversi ambiti del sapere. Un luogo del possibile che mette al centro i bambini e le loro potenzialità, che vuole offrire occasioni di creatività a ragazzi, giovani, famiglie e nuove opportunità alla comunità educativa internazionale e a quanti hanno caro il tema della formazione e della innovazione.

“La notte dei racconti” nasce dall’idea che ognuno di noi ha qualcosa da raccontare e che può scoprire dentro di sé quel “talento” naturale che riesce a trasformare, attraverso il racconto, anche un piccolo quotidiano accadimento in un’esperienza poetica e creativa della vita.

Quest’anno “la notte dei racconti” viene proposta per VENERDI’ 23 FEBBRAIO ALLE ORE 21,00.

Le singole famiglie lo possono realizzare all’interno delle proprie case, accogliendo, se lo desiderano, amici e conoscenti per condividere le letture e le narrazioni che i partecipanti sceglieranno e interpreteranno. Tutti insieme, tutti alla stessa ora, ma ognuno con chi vuole: adulti e bambini attorno a storie, avventure ed emozioni da leggere, narrare ed ascoltare.

Quest’anno il tema dedicato alla notte dei racconti è
“SOTTO UN TETTO DI STORIE”

Questa iniziativa è aperta a tutti, ai Nidi, alle Scuole dell’infanzia, alle Scuole Primarie e alle Biblioteche, ma anche ai luoghi pubblici come Ostello Il Gruccione, che coglierà questa opportunità, per dare vita, nella sua sala eventi, ludoteca/biblioteca/bookcrossing, a questo evento in piena libertà.

All’Ostello Il Gruccione ascolteremo un racconto di Jean Giono

L’uomo che piantava gli alberi”

guardando un piccolo schermo, che traspare dall’ “albero” installato  nella  sala,   il  cartone  animato  tratto  dal  libro.  La proposta vuole essere un invito a spegnere i cellulari, i computer, i televisori, per accendere la musica della parola che chiama all’ascolto, all’incontro e libera memoria e immaginazione in adulti e bambini. Sarà una occasione per riscoprire il valore e la magia del racconto, in un moltiplicarsi di voci che come stelle si accenderanno anche qui allo

“OSTELLO IL GRUCCIONE”

Il rosso è il colore scelto per questa “notte dei racconti” che possiamo richiamare nell’abbigliamento, nei teli che stenderemo per sederci in cerchio, e rossa potrebbe essere la sedia del narratore, perchè rosso era il colore del fuoco nel camino, intorno al quale ci si sedeva per ascoltare storie.

Apriremo “la notte dei racconti” con questa piccola filastrocca di Bruno Tognolini

Cuore di Fiaba che C’era una Volta
Fammi trovare un bambino che ascolta
Come un curioso scoiattolo attento
Trova una storia e ascolta contento
Ride se è buffa, piange se è triste
Si meraviglia di cose mai viste
La storia è bella, la voce è pronta
Ma resta muta se non la racconta
La sera è poca, la fiaba è molta
Voglio un bambino che ascolta!

Cliccare sull’immagine per ingrandireNotte dei racconti

14 febbraio: san valentino

                     UN CUORE DI PAROLE                                        DA DIRE CON UN BACIO

Il 14 febbraio è vicino e molte volte manca il tempo per pensare a questa ricorrenza, perché sono tantissimi gli impegni: lo studio, il lavoro, la famiglia, i figli… e molte altre cose ancora… e spesso diventa difficile trovare l’occasione per pensare alla persona che più ti sta vicina, ed è difficile sapersi organizzare…

Pensa, però, come sarebbe bello trascorrere una serata dedicata solo a voi due! 

ECCO.  ALLORA, UNA PICCOLA PROPOSTA  PER PASSARE UNA SEMPLICE SERATA ROMANTICAcena san valentinoCliccare sull’immagine per ingrandire

CorpoInCerchio: la Voce in movimento

Sabato 24 febbraio 2018
dalle ore 10,30 alle ore 22,30 presso
OSTELLO IL GRUCCIONE
Cliccare sull’immagine per ingrandireCorpoInCerchio
CorpoInCerchio è una formula che unisce un approfondito lavoro sulla connessione tra il Corpo e la Voce.
I partecipanti, guidati dai due docenti  dell’Associazione Alterjinga Valentina Buroni e Giorgio Pinardi, sperimenteranno diverse pratiche legate alla
Danzaterapia,  alla Sperimentazione Vocale
a coinvolgere ognuno in un processo di scoperta ed evoluzione di se’, attraverso il Suono e la Vibrazione.
Per precisa scelta didattica i posti sono limitati per favorire una didattica di qualità, che unisca lavoro collettivo ad attenzione mirata ad ognuno dei partecipanti.
L’incontro/seminario si terrà nella meravigliosa cornice dell’Ostello Il Gruccione nel Parco naturale del torrente Stirone, già sede del Raduno di Suono Circolare (appuntamento fisso una volta all’anno per gli amanti della Voce e della sperimentazione), dove sara’ possibile pranzare e cenare a prezzi molto contenuti con cibo di qualità, partecipando anche ad un piccolo
“CONCERTO di IMPROVVISAZIONE TOTALE”
insieme ai docenti dell’incontro/seminario.

I posti sono limitati e la quota di iscrizione sarà ridotta per coloro che si iscrivono entro il 16 Febbraio 2018.

Per informazioni e iscrizioni contattare la mail associazione.alterjinga@gmail.com

CARNEVALE 2018 AL GRUCCIONE

Organizza la tua festa di carnevale all’Ostello Il Gruccione

Una serata in maschera in piena allegria e sulla tavola una buona pizza, con un buon boccale di birra, un assaggio di dolce e caffé.

€. 15.00

 

Carnevale al Gruccione

LA SETTIMANA VALTELLINESE dal 16 al 21 gennaio 2018

Rivalutando il  “grano saraceno”  vi proponiamo alcuni piatti tipici della Valtellina preparati con questa farina.

Un’occasione da non perdere con piatti dal sapore tutto da scoprire che trovano nel “grano saraceno” un importante filo conduttore sia dal punto di vista storico che da quello gastronomico.

Cliccare sull’immagine sottostante per ingrandire

Promemoria da scaricare e stamparemenu valtellina

UN SERENO NATALE E TANTI AUGURI DI BUON ANNO

Ostello Il Gruccione – Locanda del Tempo Ritrovato

ricorda  che  durante  tutto  il  periodo  delle feste natalizie è sempre aperto
AUGURI 2017PIZZATA Fine AnnoMenù cenone 2017PRESEPI  CERCATI  E  PROPOSTI  DA  NOI  DELLO  OSTELLO IL GRUCCIONE

Cliccare sulle immagini per ingrandirePresepi 1Presepi 2Presepi 3Presepi 4

PONTE DELL’ IMMACOLATA 2017

Nel cuore del Parco Naturale Fossile del Torrente Stirone, una proposta dell’Ostello Il Gruccione Locanda del Tempo Ritrovato per passare il ponte dell’Immacolata in un clima natalizio.

Camera con bagno riservato:                                                                           Pensione completa €. 50,00 – Mezza pensione €. 40,00

Sistemazione Ostello:                                                                                                     con biancheria alberghiera: Pensione completa €. 45,00                                                                                                Mezza pensione  €. 35,00                          senza biancheria alberghiera: Pensione completa €. 40,00                                                                                                Mezza pensione €. 30,00

Cliccare sull’immagine per ingrandirePonte Immacolata 2017

I menù dell’autunno e inverno

L’autunno ormai è già inoltrato e ci stiamo avvicinando sempre più all’inverno, lasciando sui prati e sulle strade del Parco dello Stirone i colori delle foglie secche che hanno abbandonato i rami dei loro alberi per scendere a concimare le proprie radici.
Ecco allora la nostra proposta di sei piatti autunnali/invernali da gustare qui al caldo del Gruccione, in questo clima di primi freddi in attesa della prima nevicata.
Abbiamo fatto una scelta di piatti “poveri”, tipici regionali, nati dal riuso sapiente ed intelligente degli ingredienti.
Prepareremo il Brodetto (la rinomata zuppa di pesce alla sambenedettese), la Paella alla valenciana, la Cassouela alla milanese, la Trippa alla marchigiana, i Bolliti misti all’emiliana e una grande Disfida degli Gnocchetti (Pisarei e fasò contro i Mallureddi sardi e i Cavatelli pugliesi).
Anche nella cucina dei piatti più poveri e di recupero, può emergere “il tocco della qualità”, in modo particolare quando si utilizzano ingredienti genuini, anche se, erroneamente, vengono considerati di scarto.
Non abbiamo fissato delle date, potete scegliere il menù e il giorno che desiderate e prenotare almeno il giorno prima.
Cliccate sulle immagini sottostanti per ingrandire le locandinemenù autunnale 2017Brodetto, paella, bollitiTrippa, cassoeula,gnocchetti