Festa del vino novello 2018 – parte il 1° menù

Da venerdì 16 novembre a domenica 18 novembre

Culaccia, Spalla cotta di San Secondo, Strolghino di Culatello   Risotto aromatizzato al Gutturnio ai funghi porcini
Cinghiale stufato al Gutturnio e Polenta
Sorbetto al Gutturnio
Panna cotta alla sapa di Gutturnio

il tutto innaffiato da ottimo Gutturnio novello, a volontà!
Euro 35, bevande incluse, su prenotazione al 3297451258.

Menù novembre 2018 2Gustate questo menù di giorno o al tramonto!

(Nella foto il Borgo di Vigoleno in un tramonto visto dal Gruccione)

Tramonto su Vigoleno

Secondo corso di muratura a secco dal 23 al 25 novembre 2018

         Il maestro artigiano Gipi dei MalvisiGipi dei Malvisi

                terrà un corso di muratura a secco,                                  a Vernasca (PC), località Comini                    il 23, 24, 25 novembre.
Iscrizione euro 15.

Mani di Gipi

Lo scasso di 40 cm sarà già pronto e il maestro artigiano Gipi dei Malvisi, impartirà i rudimenti per partire dalle pietre di fondamenta e salire fino ad un’altezza variabile tra 1 e 3 metri.
Sul fronte del muro,  verranno create delle colombaie e alcune finestrelle, mentre in cima verranno posti dei merli guelfi (uniti a mattoni e calce).

I   partecipanti   alloggeranno    a   pagamento, presso Il Gruccione in località San Genesio di Vigoleno. Prenotazioni al 3297451258.

IN FESTA PER IL VINO NOVELLO VENDEMMIA 2018 Il mese di novembre al Gruccione tra tradizione e buon cibo

…sarà forse che l’autunno cammina piano, ma la strada che scorre lungo il torrente Stirone è un solco netto tra due province. Quella di Piacenza e quella di Parma. Nelle mattinate d’autunno, quando il sole e la nebbia fanno a gara per capire chi tra i due è più “prepotente”, questa solitaria strada assume contorni fiabeschi e spettrali. D’un tratto il sole passa tra gli alberi con le foglie umide e scintillanti, di colpo invece è di nuovo nebbia che ammanta questa strada di grigio e contorni sfocati.pag-2
(“…in un’immobile campagna con la pioggia che ci      bagna… il sole è un lampo giallo al parabris…”)             Così cantava Paolo Conte quando guardava Genova con gli occhi del contadino piemontese. E sarà proprio così anche per noi quando lasciamo le nostre case appena riscaldate in questo inizio umido d’autunno e scolliniamo per fare una passeggiata nel Parco Naturale dello Stirone ed ecco che quando il sole si affaccia di nuovo, intravediamo le prime colline dell’Appennino, a volte brulle e deserte, popolate solo da qualche quercia o cucite da vecchi e nuovi vigneti, risplendere dei colori dell’ocra. Vediamo il greto del torrente, coronato di pioppi ormai senza foglie, riflettere colori argentei… E sì, quando il sole e la nebbia lottano per capire chi tra i due è più “dispettoso”, è sempre così da queste parti. Si passa dal bagliore luccicante, alla scala dei grigi, in meno di un secondo.

IN FESTA PER IL VINO NOVELLO VENDEMMIA 2018

Cliccare sulle immagini per ingrandireMebù novembre 2018 1Menù novembre 2018 2