Area sosta camper e tenda gardening

Mini van dalla Germania, in sosta, nell’area davanti ad Ostello Il Gruccione.

Presso di noi, è possibile consumare colazione*, brunch, pranzo, merenda e cena.

E’ disponibile, negli orari da noi indicati, variabili a secondo delle giornate, un bar.**

Potrai disporre, su prenotazione, di una toilette riservata e di una doccia calda.

Troverai un piccolo spaccio con pane, vino, formaggio,
salumi,conserve di frutta e verdura, infusi alcolici, dolci.

Potrai usufruire di un giardino con giochi bimbi e di un bersot sul parco, se consumerai colazione, pranzo o cena presso di noi.

Potrai fare diverse attività: camminate, tour in mountain bike, visite al patrimonio storico-artistico dei dintorni e, su prenotazione, tour liberi in e-bike, visite guidate negli immediati dintorni dell’ostello per un’osservazione “immersiva”di sei ecosistemi (giardino, orto, fiume, bosco, prato, campo),visite guidate da ornitologi e biologi nel parco regionale Naturale dello Stirone, pesca sportiva, trattamenti benessere con una naturopata in ostello (http://ilgruccione.info/benessere-e-salute/), terapia forestale con una specializzanda in psicoterapia ( http://ilgruccione.info/la-terapia-forestale-il-bagno-nel-bosco ), scuola di cucina di pesce e preparazione di infusi alcolici con il cuoco di Ostello Il Gruccione, battesimo della sella ed equitazione guidati da esperti, riconoscimento erbe spontanee edibili con l’accompagnamento da un’esperta diplomata all’Istituto Agrario, assaggio di vini con degustazione di pietanze preparate da Ostello il Gruccione…

E’ disponibile uno spazio per gruppi e feste.

Siamo nel Parco dello Stirone, lungo la ciclovia del parco,
sulla Via Francigena,a 300 metri dal fiume,
al confine tra le province di Parma e Piacenza,
a otto minuti d’auto (mezz’ora in bici, un’ora a piedi)
dal Borgo Medioevale di Vigoleno,
uno dei Borghi più belli d’Italia, Bandiera Arancione del T.C.I.

Presso di noi , si incontrano caprioli, ricci, volpi, scoiattoli, lepri,
uccelli rapacie i bambini giocano in tutta sicurezza.

Gli animali domestici sono ben accetti.

Informazioni turistiche di primo e secondo livello.

Lingue parlate: italiano, inglese, francese, spagnolo.

+=per colazione, si intende la nostra colazione, home made e a filiera corta, dal costo minimo di euro 7. Singoli caffè e cappuccini vengono serviti solo dalle ore 9 alle 10, se non interferiscono con il servizio delle colazioni.

**=Il caffè non viene servito tra le 12 e le 14.30 etra le 19 e le 22 a meno che sia al tavolo, dopo il pranzo servito da noi.

Prezzi
Formula Park & Dinner
area sosta gratuita (con attacco elettrico, rabbocco acqua, disponibilità di doccia
calda), se viene acquistato un servizio ristorante o pizzeria o bar o spaccio.

euro 10 (se non vengono acquistati servizi)
al giorno, per camper, per attacco elettrico, rabbocco acqua, disponibilità doccia calda,

euro 5
tenda gardening, aircamping su auto, auto di passaggio

Alcuni semplici regole da osservare sempre:

– in tutta l’area sosta camper e nell’ostello è vietato fumare, come indicato dalle leggi vigenti. Per il fumo, sono disponibili le strade asfaltate dei dintorni.

– in area sosta camper è vietata l’accensione di fuochi (siamo in un parco naturale), se non all’interno di un barbecue controllato e vigilato

– sono da evitare schiamazzi oltre le ore 23

– le piazzuole non sono segnate per la precisa scelta di valorizzare l’ambiente naturale (si invita ad una serena convivenza con i vicini di camper e/o tenda).

Vista dall’area sosta, fronte principale.

servizi dell’area sosta sempre disponibili: spazio in cui sostare senza scelta, attacco elettrico, wi-fi libero

ed i servizi disponibili su prenotazione ed in orari concordati:scelta se sosta su prato (sul retro dell’ostello con vista campi) o sosta su ghiaia ed asfalto (sul fronte principale dell’ostello con vista Vigoleno), doccia calda e toilette riservata, rabbocco acqua, colazione, pranzo, cena, noleggio mountain bike,  piccolo spaccio di pane, vino, formaggio, conserve di frutta e verdura, dolci, digestivi,  spazio feste danzanti, attività in natura semi-strutturate e strutturate per bambini , ragazzi, singoli e famiglie (richiedere informativa specifica).

Nel link sottostante puoi leggere alcune recensioni su di noi
https://www.park4night.com/it/lieu/98239/area-camper-privata/ostello-il-gruccione/italy/provincia-di-piacenza#.X5qfMVhKgdU

Siamo anche su Camperonline, Agricamper, Campercontact e ….(ditecelo voi).

Cinque semplici consigli di Ester Bordino di Assocamp, presenti nella van-etiquette, che ogni perfetto camperista dovrebbe tenere sempre a mente.

1) Il camperista è un ospite e deve essere discreto. Questa è una pietra miliare per chi vuole viaggiare serenamente in camper: ogni luogo che ci accoglie ha le sue regole da rispettare, prima di tutto, e sempre valide, quelle del buon senso: viaggiare liberi e in autonomia significa innanzitutto sapere dove inizia e finisce il proprio spazio “di manovra”. Quindi durante le soste e i pernottamenti, specie se vicini al centro abitato, niente schiamazzi, musica alta, motori inutilmente accesi. Per lasciare un buon ricordo del “perfetto camperista” queste attenzioni sono la base di una serena permanenza. E questo vale anche per i proprietari di cani, che dovranno avere particolare cura verso il loro amico a quattro zampe tenendolo al guinzaglio e evitando di lasciare tracce del suo passaggio.

2) Il parcheggio-soste. Quando ci si ferma in sosta libera in un centro abitato, bisogna fare attenzione a non parcheggiare creando disagio o intralcio alla circolazione stradale o anche solo pedonale. Parcheggiare quindi in maniera ordinata e rigorosamente negli spazi delimitati per la sosta. In sosta libera è vietato esporre tavolo e sedie, aprire la tenda parasole, lasciare qualsivoglia oggetto fuori dal camper. In realtà secondo il Codice della Strada “La sosta delle autocaravan, dove consentita, sulla sede stradale non costituisce campeggio, attendamento e simili se l’autoveicolo non poggia sul suolo salvo che con le ruote, non emette deflussi propri, salvo quelli del propulsore meccanico, e non occupa comunque la sede stradale in misura eccedente l’ingombro proprio dell’autoveicolo medesimo”. Quindi in sosta libera non si dovrebbero nemmeno aprire le finestre, lasciare aperto il gradino d’entrata o utilizzare i cunei di livellamento per mettere il camper “in bolla”. Per questo, per le soste notturne, meglio scegliere aree di sosta autorizzate. Un’ottima soluzione è sempre il campeggio in cui trattenersi per più giorni, godendo di servizi mentre si esplorano i dintorni.

3) Scarichi e rifiuti. La vacanza in camper è per eccellenza quella a contatto con la natura, quindi, è fondamentale il rispetto dei luoghi a partire dai rifiuti. Ben organizzati e stoccati all’interno dell’abitacolo e gettati negli appositi cassonetti. Mai abbandonare niente lì dove ci si ferma, né tanto meno nei cassonetti condominiali o, peggio, nei cestini urbani per i piccoli rifiuti. Così come lo scarico dei serbatoi delle acque grigie e nere. Non importa se è solo un po’ di acqua salata in cui avete cotto la pasta. Le acque reflue vanno sempre e solo scaricate negli appositi pozzetti detti “camper service” e presenti un po’ ovunque sul territorio e naturalmente nelle aree di sosta attrezzate e nei campeggi. Questo è uno dei comportamenti peggiori e più duramente condannati dalla community dei camperisti, oltre che dai normali cittadini e anche sanzionabili. E, prima di rimettersi in viaggio, controllare bene che le valvole siano sempre perfettamente chiuse.

4) Carichi. Il camper ha vani e gavoni molto spaziosi che consentono di caricare provviste, bagagli e anche biciclette e scooter. L’importante è che i carichi pesanti siano sempre posizionati in basso: questo garantisce miglior stabilità in viaggio e durante i sorpassi perché abbassa il baricentro del veicolo. Naturalmente è bene porre attenzione quando ci si mette in movimento che tutti gli sportelli siano ben chiusi e non ci siano oggetti non fissati o non correttamente risposti nei vani di stivaggio. Il consiglio è quello di non sovraccaricarsi di prodotti inutili.

5) In viaggio. Il camper, per quanto si avvicini sempre più per semplicità di guida e potenza dei motori alle automobili, ha ingombri maggiori e ha un comportamento in marcia sicuramente meno vivace. È buona pratica ed educazione lasciarsi superare dai veicoli più veloci, specie sulle strade di montagna, accostando a destra. Se si è in viaggio con amici e con più camper, bisognerà mantenere tra i veicoli una distanza sufficiente ad agevolare il rientro di mezzi in sorpasso.

in https://www.repubblica.it/motori/sezioni/attualita/2021/05/17/news/arriva_da_assocamp_la_van-etiquette_-301412287/?fbclid=IwAR0vqi9qK-hMO3xO0thnJzidzGiegJioP0DQRnOc4k6PaGFdPLUiBwm5pu0

Image L’area sosta camper e tende dietro Ostello il Gruccione.

Vista alba da dentro il camperFoto Anna e Stefano, alba dall’interno del loro mini van.

Arredo interno mini vanInterni del  mini van di Anna e Stefano

Camper mezzo di soccorsoMini van realizzato su vecchio mezzo di soccorso francese.

Cmper mezzo di soccorso in partenzaMini van in partenza da Ostello Il Gruccione.

AircampingAircamping ad Ostello Il Gruccione.

Camper vintage all’Ostello Il Gruccione
Sosta di amici in camper all’Ostello Il Gruccione