i giorni della merla e la candelora

Per i “GIORNI DELLA MERLA e la CANDELORA” ecco una proposta che facciamo per passare qui al Gruccione una serata in compagnia di piatti fumanti di polenta, buon vino, una fetta di torta e un Nocino della casa.

Come sempre vi aspettiamo. Prenotate

Cliccare sull’immagine per ingrandire

giorni della merla candelora

2° CORSO di muretto a secco con serata di musica dal vivo e danze popolari tra un piatto di polenta e l’altro

IL SUDORE SI FA ARTE
Quei paesaggi meravigliosi dei muretti a secco, costruiti pietra su pietra, goccia di sudore su goccia, oggi sono diventati patrimonio immateriale dell’umanità, riconosciuti dall’Unesco il 29 novembre del 2019. La scelta dell’Unesco di iscrivere l’arte del muro a secco tra i patrimoni immateriali dell’umanità, rende onore a tutti quegli uomini dei paesi che ospitano quei
sacrari di sassi”
che da tempi lontanissimi hanno plasmato isole e colline, monti e promontori facendone luoghi dove «tutto è naturale e allo stesso tempo tutto è artificiale», dove le te rre lavorate «si distinguono dalle selvagge perché sono un immenso deposito di fatiche», perché fu ed è fatica enorme tirare su quei muri bagnati di sudore e dolore…e poi ancora dolore e sudore.

È straordinaria, l’eredità che noi italiani abbiamo ricevuto da quei nonni e bisnonni.

Il patrimonio italiano di muretti a secco, nonostante alcuni vengono abbattuti, è ancora di 170.000 chilometri, venti volte la lunghezza della muraglia cinese. La Liguria, ad esempio, vanta di poter fare il giro della terra con i suoi 40 mila chilometri di muri, mentre la Costiera amalfitana ne possiede8 mila chilometri, l’equivalente della Grande Muraglia cinese.

 Ce la meritiamo, un’eredità così?

Mantenere quei muri a secco, preservando gelosamente l’arte e il paesaggio è faticoso e costoso. Due lavoranti esperti riescono, in un giorno, a posare le pietre per non più di un metro cubo.

 Vale la pena allora insistere?

Sì, risponderebbe chiunque ami il nostro paesaggio.

È LI’ LA BELLEZZA.

Venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 gennaio 2019

2° CORSO di costruzione di MURETTO A SECCO

Un’occasione imperdibile!

Il maestro artigiano Gipi dei Malvisi ripartirà da zero, nel 2°corso di muratura a secco, in località Comini di Borla nel Comune di Vernasca (PC). I corsisti troveranno pronta la trincea dello scasso e cominceranno a preparare le fondamenta con sassi grossolani e vieppiù, salire murando e battendo le pietre più riottose all’incastro. Si ricorda di portare buone leccornie da condividere nell’intervallo del pranzo e un metro pieghevole per la ricerca del sasso giusto.

Sabato 26 gennaio

Ore 20,00 – CENA CONVIVIALE

MUSICA E DANZE POPOLARI

con il DUO A RIGHE”

AMANDA WERGER (Svezia) al Violino

PETRA CAVALIERE (Italia) all’Organetto Diatonico

Maestro di danza: Gipi dei Malvisi

Menù della serata

a €. 20,00

GIRO POLENTA”

con Torta Vino e Nocino

Polenta con stufatino di verdure

Polenta con ragù di cinghiale

Polenta con formaggi

Cliccare sull’immagine per ingrandirevolantino

Secondo corso di muratura a secco. 25, 26, 27 gennaio 2019

Gipi dei MalvisiIl maestro artigiano Gipi dei Malvisi, terrà un corso di muratura a secco, a Vernasca (PC), in località Comini venerdì 25 , sabato 26 , domenica 27 gennaio 2019.

I muretti a secco sono diventati, nel frattempo, Patrimonio dell’Umanità dell’U.N.E.S.C.O.

RINVIATO PER NEVE E GHIACCIO.

Iscrizione €.15,00

Mani di GipiLo scasso di 40 cm sarà già pronto e il maestro artigiano impartirà i rudimenti per partire dalle pietre di fondamenta e salire fino ad un’altezza variabile tra 1 e 3 metri. Sul fronte del muro,  verranno create delle colombaie e alcune finestrelle, mentre in cima verranno posti dei merli guelfi (uniti a mattoni e calce).

I partecipanti al corso alloggeranno a pagamento al   Il Gruccione in località San Genesio di Vigoleno.   Prenotazioni al 329 7451 258

CENONE VEGANO DI CAPODANNO.

Ecco la variante VEGANA, per chi ce l’ha già chiesta e per chi si aggiunge entro lunedì 31.12 alle  ore 12:

Albero di Natale di PANE verde
Fantasia in rosso di TOFU e AVOCADO,
Pizza e foglie (polenta di MAIS e VERDURE IN FOGLIA COTTE)
INSALATA croccante con citronette d’ARANCIA e ZAFFERANO
Minestra di SEDANO RAPA con LENTICCHIE e SCAROLA
Sformato di SEDANO RAPA e crema di NOCI
Involtini di VERZA vegani
Albero di Natale CIOCCOLATO e FRUTTA SECCA
Biscotti integrali di GRANO SARACENO di Natale

Albero di Natale cioccolato e frutta secca

Euro 55, su prenotazione al 3297451258.                                                        Sconto per chi si ferma a dormire sul costo delle camere:                        euro 25 a persona in stanza di tipo alberghiero, euro 20 stanza ostello in condivisione. Entrambe con bagno riservato.                              Sono i nostri costi di tutti i giorni, ma, all’ultimo, di solito si chiede di più e chi fa il cenone da noi potrà avere la camera al costo di tutti i giorni.

Venerdì 4 gennaio 2019. Concerto per l’anno nuovo.

Venerdì 4 gennaio 2019, a partire dalle ore 16.30 sino a sera.                                        Concerto per l’anno nuovo, in memoria di Bruna Polinelli.

CANTI DI GIOIA di tutte le tradizioni del mondo, da suonare, da cantare insieme, da leggere come una poesia, da ascoltare su una chiavetta o un cd…musica insieme perché BRUNA nostra Amica, guardia ecologica volontaria di Piacenza e insegnante libera ed innovativa, sempre dalla parte di “chi fa la strada in salita” VIVE E VOLA  ALTO…

Volantino-definitivo

Menù di Capodanno 2018

Il menù di pesce è per chi  vuole uscire di casa, “guardando verso il mare aperto” . Per gustarlo bene, bisogna essere gente che “non innalza muri, ma calici di vino”, in questo caso, bianco o rosè…

Il menù vegano, è stato richiesto da persone del luogo, che trovano in Ostello il Gruccione un riferimento, anche in questo campo Il menù è descritto in entrata della home page.

cenone 2018 2019 pag 2 e 3Prenota per tempo, ci farai il dono di poter lavorare meglio e ti serviremo bene!
INFO E PRENOTAZIONI: 3297451258.

Per il ponte di Sant’Ambrogio: menù Bonarda

E, avanti con la musica, il cibo come una melodia.
Fino a domenica 9 dicembre, un Adagio con la dolce Bonarda.

Le nostre pietanze seguono il tempo.
La musica in sala, anche. 
Portateci una musica nuova.

Bruschettina con pane nostrano e crema al tartufo
Orecchiette al radicchio con taleggio e parmigiano
Brasato alla Bonarda e patate al forno con la buccia marinate nella Bonarda
Sorbetto al melograno
Budino di cachi al cacao amaro
Vino, acqua e caffè, euro 35 tutto compreso.
Prenotazioni al 3297451258.
In foto, paesaggio da una finestra del Gruccione.

San Genesio caduta rami

la bagnacauda (salsa calda) piemontese per tutto il mese di dicembre

Nel mese di dicembre, in attesa del Natale proponiamo serate conviviali con una tipica pietanza del basso Piemonte, la

BAGNACAUDA(salsa calda)

La Bagnacauda è una preparazione a base di aglio, olio extravergine d’oliva ed acciughe dissalate, il tutto ridotto a salsa mediante una paziente cottura.

Quella che degusterete da noi sarà preparata secondo la “ricetta rossa” depositata dalla Delegazione di Asti della Accademia Italiana della Cucina, da far riconoscere come Patrimonio dell’Umanità.

Una ricetta da
BOLLINO ROSSO FATTA COME DIO COMANDA”
ossia piena d’aglio come vuole la tradizione.
I non amanti dell’aglio possono prenotare una Bagnacauda
Eretica, con poco aglio  o  Atea, senza aglio del tutto.
Cliccare sull’immagine per ingrandire il menùMenù…un po’ di storia, la ricetta e il galateo comportamentale del consumo della Bagnacauda…

Cliccare sull’immagine per ingrandireBagnacauda descrizione

Per Natale, il Gruccione si fa in tre

Per Natale, il Gruccione si fa in tre.

Alcune anteprime sul menù di dicembre 2018:

Antipasto: tre creme, fatte in casa, al parmigiano, al lardo, alla mortadella I.G.P. di Bologna, con crostini del nostro pane e involtini di verza di magro, affettati e torta fritta

Risi e …

Arrosto di maiale alla melograna e flan di broccoli

Sorbetto della casa

Le tre creme di mascarpone aromatizzate con i biscotti della casa

euro 45, escluso bevande (menù bambini euro 20)